Microfusione a cera persa

La microfusione a cera persa è un processo utilizzato per creare oggetti metallici o in lega molto dettagliati, complessi e di alta qualità che possono presentare delle sottosquadre che sarebbero impossibili da realizzare con altre tecniche di fusione aventi stampo in acciaio o comunque indeformabile.

Questo processo è ampiamente utilizzato nell'industria manifatturiera per la produzione di parti di precisione, anche di piccole dimensioni come componenti per l'aerospaziale, l'industria automobilistica, l'odontoiatria, l'orologeria, occhialeria, oreficeria e molto altro ed è particolarmente utile quando si desidera produrre anche piccole o medie quantità di oggetti dalle forme intricate.

ALCUNI DEI METALLI COMUNEMENTE FUSI CON LA MICROFUSIONE A CERA PERSA INCLUDONO:

✔ Acciaio
✔ Acciaio Inox
✔ Leghe di bronzo
✔ Ottone
✔ Oro ed Argento
✔ Leghe di alluminio
✔ Leghe di nichel
✔ Leghe di titanio

Ecco come funziona in parole semplici:

1

Creazione di un modello di cera

Il processo inizia con la creazione di un modello in cera dell'oggetto desiderato. Questo modello in cera può essere realizzato mediante colatura, stampaggio o lavorazione manuale. Il modello in cera è una replica esatta dell'oggetto che si intende produrre.

2

Assemblaggio dei modelli di cera

Se necessario, più modelli di cera possono essere assemblati insieme per formare un singolo assemblaggio complesso.

3

Creazione di un rivestimento in ceramica o gesso

I modelli di cera o gli assemblaggi di cera vengono quindi rivestiti con uno o più strati di materiale ceramico refrattario o gesso. Questo rivestimento una volta asciutto crea un guscio esterno solido che può sopportare temperature elevate.

4

Eliminazione della cera

Il guscio solido in materiale ceramico refrattario o gesso viene quindi inserito capovolto e riscaldato in un forno facendo sciogliere e fuoriuscire per gravità la cera all'interno, lasciando un'incavo vuoto nel guscio rigido che corrisponde esattamente alla forma desiderata del pezzo da produrre.

5

Fusione del metallo

Una volta che il guscio ceramico o di gesso è pronto, viene posto in un forno a temperatura elevata per essere pre riscaldato. Il metallo fuso viene quindi versato all’interno dell'incavo lasciato dalla cera persa. Il metallo fuso riempirà perfettamente lo spazio interno solidificandosi e prendendo la forma desiderata.

6

Raffreddamento e solidificazione

Dopo la fusione del metallo, il guscio viene raffreddato lentamente. Questo processo consente al metallo di solidificarsi completamente e di raggiungere le proprietà desiderate.

7

Rottura del guscio

Una volta che il pezzo è completamente solidificato e il guscio esterno si è raffreddato, quest’ultimo viene rotto o demolito per rivelare il pezzo finito all'interno.

8

Rifinitura e lavorazione

Il pezzo fuso può richiedere ulteriori lavorazioni, come rettifica, sabbiatura, lucidatura o altre operazioni di rifinitura per ottenere le dimensioni e le rugosità superficiali desiderate.

Richiedi un campione di prova

Mettici alla prova, lascia i tuoi dati e sarai contattato dal nostro team:

    EPC, produzione in outsourcing di prodotti in fusione e microfusione lavorati
    Via Ludovico Lazzaro Zamenhof, 795
    36100 Vicenza

    + 39 0445 1716893     info@epcitaly.com
    envelopephone-handset linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram