Pressofusione

La Pressofusione, anche conosciuta come "Die Casting" in inglese, è un processo utilizzato per creare oggetti metallici complessi, ben definiti e resistenti anche se di spessori sottili, quindi leggeri.

In parole semplici si tratta di fondere del metallo iniettandolo successivamente a pressione in uno stampo per ottenere la forma desiderata.

La pressofusione è un processo altamente efficiente ed è ampiamente utilizzata nell'industria manifatturiera per la sua precisione, velocità e ripetibilità che la avvantaggia quindi su serie numerose di pezzi.

CI SONO PRINCIPALMENTE DUE TIPI DI MATERIALI COMUNEMENTE UTILIZZATI NELLA PRESSOFUSIONE:

Leghe di alluminio

L'alluminio è uno dei materiali più comuni utilizzati nella pressofusione.

Le leghe di alluminio sono leggere, resistenti alla corrosione e possono essere facilmente fuse e formate.

Le leghe di alluminio più comuni utilizzate nella pressofusione includono l'alluminio-silicio, l'alluminio-zinco e l'alluminio-magnesio.
Questi materiali sono ampiamente utilizzati per produrre componenti automobilistici, elettronici e molte altre parti industriali.

Leghe di zinco

Il secondo materiale più comune utilizzato nella pressofusione è lo zinco.
Le leghe di zinco sono anch’esse conosciute per la loro capacità di essere fuse facilmente e per la loro stabilità dimensionale.
Le leghe di zinco spesso contengono piccole quantità di alluminio, rame e magnesio per migliorare le proprietà meccaniche.
I prodotti in pressofusione di zinco sono utilizzati in una varietà di settori oltre l’industriale, tra cui l'automobilistica, l'elettronica e l'edilizia.
Oltre all'alluminio e allo zinco, esistono altre leghe metalliche utilizzate nella pressofusione, come il magnesio e il rame.
La scelta del materiale dipende dalle specifiche esigenze del prodotto finale, compresa la resistenza, la durabilità, la conducibilità elettrica e termica, la resistenza alla corrosione e il peso.
È importante notare che la pressofusione richiede attrezzature specializzate e competenze tecniche per garantire la qualità e la precisione delle parti prodotte.
La scelta del materiale è solo una delle molte considerazioni importanti quando si utilizza questo processo di produzione.

ECCO UNA SPIEGAZIONE DETTAGLIATA DEL PROCESSO DI PRESSOFUSIONE:

1

Preparazione stampo

Prima della fase di fusione viene preparato uno stampo realizzato in acciaio resistente alla temperatura e alla pressione ed è progettato per creare la forma desiderata del pezzo.
Lo stampo è composto da due parti che si chiudono ermeticamente per creare una cavità simile alla forma finale del pezzo.

2

Preparazione del materiale

Come detto sopra, solitamente, si utilizza una lega di alluminio o zinco, ma anche altri metalli possono essere utilizzati a seconda delle specifiche dell'applicazione.
Il materiale scelto viene quindi convogliato, spinto e fuso in un condotto ad alta temperatura fino a raggiungere uno stato liquido.

3

Iniezione del metallo liquido

Una volta che il metallo è fuso e lo stampo è pronto, il materiale viene iniettato nella cavità dello stampo da una pompa ad alta pressione.
Questa pressione è ciò che distingue la pressofusione da altri processi di fusione, come ad esempio la colata per gravità, perché la pressione aiuta a riempire completamente le cavità dello stampo aumentando la precisione e definizione dell’oggetto metallico da realizzare.

4

Raffreddamento e solidificazione

Dopo l'iniezione del metallo liquido, lo stampo viene raffreddato utilizzando acqua o olio.
Questo raffreddamento rapido aiuta il metallo a solidificare rapidamente, creando il pezzo desiderato garantendo una struttura interna uniforme.

5

Estrazione del pezzo fuso

Una volta che il pezzo si è solidificato abbastanza da mantenere la sua forma, lo stampo si apre e il pezzo fuso viene estratto.
A questo punto, il pezzo può ancora contenere alcuni piccoli residui di metallo in eccesso che devono essere rimossi.

6

Rifinitura

Il pezzo estratto può richiedere ulteriori lavorazioni per rimuovere qualsiasi residuo e per ottenere le dimensioni e le finiture superficiali desiderate.
Questa fase può coinvolgere operazioni di taglio, rettifica, sabbiatura o altre lavorazioni compresa la verniciatura.

7

Controllo di qualità

Prima di essere utilizzati in un'applicazione finale, i pezzi prodotti mediante pressofusione vengono sottoposti a rigorosi controlli di qualità per garantire che soddisfino le specifiche richieste.
Questi controlli possono includere ispezioni visive, misurazioni dimensionali e test funzionali.

Richiedi un campione di prova

Mettici alla prova, lascia i tuoi dati e sarai contattato dal nostro team:

    EPC, produzione in outsourcing di prodotti in fusione e microfusione lavorati
    Via Ludovico Lazzaro Zamenhof, 795
    36100 Vicenza

    + 39 0445 1716893     info@epcitaly.com
    envelopephone-handset linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram